YZ250F: layout del motore radicalmente nuovo

YZ250F: layout del motore radicalmente nuovo

“I nostri obiettivi erano molto chiari” afferma il nostro ingegnere di sviluppo. “Maggiore potenza e manovrabilità ottimale. Abbiamo quindi adottato il layout a motore “rovesciato”, che ha dato buoni risultati sulla 450. Nel contempo non volevamo che l’erogazione di potenza fosse troppo aggressiva. Il nostro obiettivo era assicurare facilità di controllo e assoluta guidabilità”.

2014_YZ250F_Off road_Throttle response from 236-539614 (gc_single_col)Pronta risposta della valvola a farfalla
2014_YZ250F_Off road_Power tuner to re-adjust the engine from 236-539590 (gc_single_col)Per settare il motore si utilizza il power tuner
2014_YZ250F_Off road_Reversed engine head from 236-539596 (gc_single_col)Motore rovesciato
2014_YZ250F_Off road_Straight intake design from 236-539608 (gc_single_col)Design dell'aspirazione
Iniezione del carburante 
Il nuovo motore è anche caratterizzato da un sistema di iniezione del carburante. Con i seguenti vantaggi:
Garantisce una buona risposta del corpo farfallato e non deve essere impostato quanto a temperatura o altitudine, poiché lo fa il carburatore.

Power tuner
È possibile connettere l’accessorio “Power Tuner” Yamaha. Il connettore è già presente sulla moto. Facile da utilizzare e senza bisogno di disporre di un PC in pista, il Power Tuner consente di regolare le tempistiche di iniezione, la quantità di carburante iniettato e di controllare i parametri di manutenzione, quali le ore motore.
In questo modo è possibile adattare l’erogazione di potenza della moto alle condizioni di diverse superfici o alle vostre preferenze! È inoltre possibile ricalibrare il motore nel caso in cui vengano montati pezzi accessori come lo scarico Akrapovic, o pezzi da prestazione GYTR.

Caratteristiche del motore
Il motore è basato sulla stessa filosofia della “testata per motore rovesciato” dell’attuale YZ450F: posizionando l’aspirazione di fronte e inclinando il cilindro all’indietro, il condotto di aspirazione risulta più verticale, il che si traduce in migliori prestazioni e in uno stile unico. Vi sono inoltre dei vantaggi notevoli per quanto riguarda la centralizzazione delle masse, come vedremo più avanti.
“Grazie alla potenza nella media, la moto permette una guida piacevole e scorrevole, non solo per i professionisti ma anche per gli amatori. Anche la curva di coppia è di più facile utilizzo, e raggiunge rapidamente il massimo dei giri quando si accelera in uscita dalle curve” dichiara il tester Erik Eggens.

Importanti nuove caratteristiche delle prestazioni, oltre al design verticale del condotto di aspirazione dell’aria e lo scarico a serpentina, sono:
  • un design più compatto della camera di combustione con DOHC, testata a 4 valvole e angolo della valvola più stretto;
  • nuovo design dei pistoni con doppia fascia elastica (con 1 sola fascia di compressione e 1 fascia dell’olio) che è più leggera e causa meno frizione, per una minore perdita di potenza;
  • spostando lateralmente il cilindro dal centro dell’albero motore si riducono ulteriormente le perdite di frizione. Ciò è dovuto al fatto che al momento massimo della forza di combustione la biella si trova in una posizione più lineare al di sotto del pistone, il quale viene spinto nella parete del cilindro con minor forza. Questo sistema è stato lanciato con la YZ450F 2010 ed è stato poi incorporato anche nella YZ250F.
  •  


2014_YZ250F_Off road_Fuel tank sits low in the frame from 236-539578 (gc_single_col)Serbatio posizionato in basso nel telaio
2014_YZ250F_Off road_Exhaust pipe from 236-539566 (gc_single_col)Scarico
2014_YZ250F_Off road_Frame construction from 236-539572 (gc_single_col)Struttura del telaio
2014_YZ250F_Off road_Handle crown from 236-539584 (gc_single_col)Manubrio
Centralizzazione delle masse
Il team di sviluppo ha cercato di rendere la moto più piccola, leggera e maneggevole. Il layout del motore “rovesciato” aiuta anche a concentrare tutte le masse pesanti attorno al baricentro:
  • il filtro dell’aria, un componente relativamente leggero, si trova in posizione innalzata e avanzata;
  • il serbatoio viene posizionato all’indietro e in una parte bassa del telaio, dove il livello del carburante non ha una grossa influenza sulla maneggevolezza;
  • lo scarico si trova in posizione avanzata;
  • il tubo di scarico, che necessita di una certa lunghezza per una buona coppia ai medi e bassi regimi, gira attorno alla testa del cilindro come un serpente, favorendo così la centralizzazione del peso.

    Inoltre, molti componenti più piccoli, come la pompa di alimentazione, sono posizionati verso il centro della moto. Tanti dettagli che contribuiscono a una maggiore maneggevolezza.
    Grazie al nuovo telaio e alla continua ricerca di componenti più leggeri, le cui dimensioni vengono ridotte al minimo per diminuirne il peso, la maneggevolezza della moto aumenta ulteriormente.

    Caratteristiche del telaio
    Sebbene possa sembrare simile ai modelli precedenti, il telaio principale è una costruzione del tutto nuova. Non si tratta di un semplice telaio in alluminio come quello di altre case costruttrici, ma è al contrario composto da ben 10 tipi diversi di pezzi in alluminio forgiati, fusi ed estrusi, saldati in un’unica unità, che conferiscono una straordinaria forza, rigidità, equilibrio e capacità di assorbimento degli urti, favorendo prestazioni superiori in curva. Dal momento che su una moto da cross è molto importante disporre del giusto equilibrio tra flessibilità e rigidità, alcuni pezzi hanno delle forme molto complesse. Per esempio i collegamenti del serbatoio sono realizzati per idroformazione, così che le parti superiore, inferiore, destra e sinistra possano avere spessori diversi. Potete immaginare i risultati…
  • la maggiore rigidità della corona della leva, in combinazione con un assiale anteriore più largo (da 20 a 22mm), consente di cercare e tenere le linee in curva;
  • impostazioni avanzate delle sospensioni anteriori e posteriori con nuove camere ad aria e specifiche tecniche delle molle migliorate, per una maggior stabilità e aderenza al suolo;
  • il nuovo design della carrozzeria dalla linea sottile, con parti minimaliste in plastica e un design più sottile del radiatore, riducono il peso e consentono al pilota di sentirsi un tutt’uno con la moto come non mai.


2014_YZ250F_Off road_Riding from 236-539602 (gc_single_col)Guida
2014_YZ250F_Off road_Compact from 236-539554 (gc_single_col)Compatta
2014_YZ250F_Off road_Air cleaner from 236-539548 (gc_single_col)Filtro aria
2014_YZ250F_Off road_Design is beautiful and functional from 236-539560 (gc_single_col)Design bello e funzionale
2014_YZ250F_Off road_YZ250F 2014 from 236-539911 (gc_single_col)YZ250F 2014
Guida
Erik illustra i benefici del nuovo layout:
“La gestione della moto risulta davvero molto stabile. Questo è un punto di forza tipico di Yamaha, non soltanto in rettilineo, in presenza di ostacoli quali solchi, cunette a sezione quadrata e salti, ma anche su tratti sterrati la moto si mantiene stabile, garantendo al pilota il controllo della ruota anteriore”.
“Anche in entrata di curva, dove altre moto sono nervose e non hanno sufficiente aderenza, basta sterzare e la parte anteriore della moto seguirà la traiettoria, curva dopo curva. La carrozzeria più compatta e leggera consente di entrare in curva più rapidamente. Grazie alla sensibilità di questa moto è possibile “sentire” il suolo, in modo da avere un feedback diretto delle superfici e delle condizioni di aderenza su qualsiasi segmento della pista”.

Dettagli pratici
  • la scatola del filtro dell’aria è facile da raggiungere;
  • i meccanismi di trasmissione e di cambio delle marce sono stati riprogettati per favorire un cambio più fluido e rapido;
  • la grafica della moto non è data da adesivi ma sull’inserimento degli elementi in fase di stampaggi che assicura una maggior durabilità;
  • il serbatoio può essere sollevato e ruotato di 180º per essere posizionato così sulla parte inferiore del telaio, senza smontare i manicotti: la manutenzione risulta così semplificata;
  • il manubrio è montato su supporti di gomma, per garantire un minor affaticamento durante la guida e “sentire” meglio la ruota anteriore grazie ad una riduzione delle vibrazioni;
  • la struttura dello scarico è fissata a vite e non con rivetti, semplificandone così la manutenzione;
  • la capacità del serbatoio è portata a 7,5 litri.

    Design
    La silhouette della moto ricorda quella slanciata di un atleta. Cifra stilistica in casa Yamaha, il design è orientato sia all’estetica che alla funzionalità. La carrozzeria è essenziale, con una struttura longilinea, e la linea pulita al di sopra della sella consente al motociclista di distribuire il proprio peso senza sforzo e senza incontrare alcuna barriera - nemmeno il bocchettone del carburante!


Dati Tecnici

News correlate

YZ450F 2014: Potenza gestibile e miglior manovrabilità

Sondaggio:

Tracer 700

Tracer 700

Cosa ne pensi ?

MT-10

MT-10

Cosa ne pensi ?