Stai per uscire dal sito Web. Sei sicuro?

Accetto, portami lì

I vice-campione MXGP 2019 Jeremy Seewer rivela la sua passione per due tipi di Yamaha!

I vice-campione MXGP 2019 Jeremy Seewer rivela la sua passione per due tipi di Yamaha!

Jeremy Seewer è un uomo dai tanti talenti, che sa come ottenere il massimo dai prodotti Yamaha, che si tratti della sua moto da corsa Monster Energy Yamaha Factory MXGP YZF450FM o di uno dei pianoforti a coda Yamaha di alta qualità. Da scolaro, Seewer ha trascorso molte ore a studiare il pianoforte, seduto davanti al famoso logo del diapason, intendo a perfezionare le sue abilità musicali. Al tempo non sapeva ancora che la sua fama sarebbe stata associata a un altro tipo di Yamaha!

Fondata nel 1887 da Torakusu Yamaha, l'originale Nippon Gakki Company, in seguito diventata Yamaha Corporation, è diventata famosa per i suoi pianoforti e gli organi a pompa di alta qualità. Nel 1955, Genichi Kawakami, allora 4° Presidente di Nippon Gakki, prese la decisione epocale di diversificare, e venne fondata la Yamaha Motor Company. Spinte dallo stessa dedizione totale a innovazione, tecnologia e maestria artigianale, le due aziende puntavano all'eccellenza nella loro mission di offrire il Kando* ai loro clienti: Due Yamaha, una passione!

Nonostante le ovvie differenze tra le moto da cross e i pianoforti e i relativi ambienti tipici, per una volta Jeremy Seewer è riuscito a unire le due passioni in pista, preparandosi per la stagione MXGP 2020 ed esercitando le sue abilità musicali, grazie a Yamaha Corporation.

L'arrivo di un pianoforte a coda a Cireddu Valley Motocross Park nella Sardegna meridionale ha suscitato una certa meraviglia tra gli spettatori radunatisi presso il circuito per osservare i piloti del Monster Energy Yamaha Factory MXGP che si preparavano per la stagione 2020. Per il grande divertimento dei compagni di squadra Gautier Paulin e Arnaud Tonus, Jeremy Seewer ha subito parcheggiato la sua Yamaha YZF450FM e ha approfittato della rara opportunità di esercitare le sue abilità pianistiche, mentre i compagni continuavano a guidare.

"I miei genitori ci tenevano molto che imparassi a suonare il pianoforte, quando ero più giovane. Mi è sempre piaciuto, ma mi piaceva andare fuori con la bici, la moto o qualsiasi altra cosa. Ora mi dispiace aver smesso. Ero arrivato a un punto in cui la mia vita si concentrava completamente sul motocross, anche se non disimparerò mai a suonare. È un po' come andare in bicicletta, non lo si dimentica mai del tutto. Sogno davvero di avere in futuro un pianoforte a coda Yamaha in casa, forse può pensarci Yamaha," ha concluso con un sorriso.

 

*Kando è un termine giapponese che descrive la sensazione di profonda soddisfazione e di intensa eccitazione che si prova quando troviamo qualcosa di straordinario valore.