Stai per uscire dal sito Web. Sei sicuro?

Accetto, portami lì

Una passione mondiale

2 minuti

Sfida.Scalata.Successo.

All’interno dei dipartimenti R&S di Yamaha si respira un clima che incoraggia la ricerca spontanea e indipendente. È qui che si concentrano gli sforzi volti a espandere gli orizzonti degli ingegneri, affinché possano favorire l’innovazione in stile Yamaha. Questa è la storia di un ingegnere, appassionato di trial, che è riuscito a trasmettere ai colleghi la sua passione, creando un team che ha accettato la sfida di diventare il migliore al mondo.

"Al momento, il problema più importante nei veicoli elettrici (VE) è l'autonomia, che non costituisce però un fattore cruciale nel trial. Se non destinassimo le risorse all'autonomia e le investissimo invece in aspetti importanti per il trial, come una coppia a basso regime e la reattività del motore, potremmo migliorare ulteriormente le moto a benzina. E' da molto tempo che ci penso."

Il trial è una competizione in cui i rider devono percorrere un circuito definito su terreno naturale, caratterizzato per esempio da rocce affioranti e alberi, senza mai poggiare i piedi a terra. Se ciò accade, vengono loro tolti dei punti. Questi sono fondamentali per le posizioni finali, che vengono assegnate in base al totale dei punteggi ottenuti nelle diverse sezioni.

La competizione di maggior livello in questo sport è il Campionato Mondiale di Trial, organizzato dalla FIM e che si corre principalmente in Europa. Nel 2017 è stato istituito un nuovo campionato per moto elettriche, la Trial-E Cup, che si è svolto insieme alle tappe del Campionato Mondiale di TrialGP.

Nel 2018, la prima moto da trial elettrica firmata Yamaha, la TY-E, ha preso parte alla Trial-E Cup nelle gare del campionato in Francia e Belgio. All’interno dei dipartimenti R&S di Yamaha è in corso un’iniziativa, chiamata “Evolving R&D” (nota anche come “5% Rule”), che permette di dedicare il 5% dell’orario lavorativo alla ricerca volontaria e indipendente.

La moto da trial elettrica TY-E è un prototipo creato proprio nell’ambito di questo programma. La passione di quel giovane ingegnere che ambiva a sviluppare una moto da trial elettrica in grado di competere a livello mondiale non ha stimolato solamente i colleghi, ma anche Yamaha stessa e il top rider giapponese Kenichi Kuroyama, che hanno mosso i primi passi verso l’obiettivo di diventare i migliori al mondo.