Stai per uscire dal sito Web. Sei sicuro?

Accetto, portami lì

Yamaha XJR1300 e XJR1300 Racer m.y. 2015 hanno già guadagnato l'attenzione dei motociclisti di tutta Europa nella versione di serie, grazie alle modifiche al design rispetto alla versione precedente, come il telaio più corto, il serbatoio più snello e il faro anteriore più piccolo, che mettono a disposizione il grande potenziale della moto per ulteriori customizzazioni. I Wrenchmonkees sono i primi a elaborare questo nuovo modello.

“Gran parte delle intuizioni che hanno portato alla creazione dell'ultima XJR provengono dalle precedenti collaborazioni con Wrenchmonkees”, afferma Shun Miyazawa, Product manager di Yamaha Europe. “La loro Yard Built XJR1300 “Monkeefist” è una dei “genitori” della gamma XJR 2015, e ha fornito l'ispirazione decisiva per i modelli attuali. Proprio per questa influenza non abbiamo sentito la necessità di cambiare radicalmente la moto, ma ci siamo invece concentrati sulla messa a punto e solo sui miglioramenti necessari per esaltare la sua personalità.

“Ci siamo impegnati a fondo per non introdurre cambiamenti estremi nel design” ha commentato il Wrenchmokee Per Nilson, “abbiamo lavorato invece per ottenere uno stile pulito, che non richiedesse tagli o saldature sul telaio” 

Per trasformare la moto, i Wrenchmonkees hanno rintracciato e modificato i componenti aftermarket più belli e più adatti al progetto e hanno realizzato artigianalmente alcuni elementi, come le piastre di sterzo in alluminio ricavato dal pieno in stile “Monkeefist” e le cover motore.

Per trasformare la moto, i Wrenchmonkees hanno rintracciato e modificato i componenti aftermarket più belli e più adatti al progetto e hanno realizzato artigianalmente alcuni elementi, come le piastre di sterzo in alluminio ricavato dal pieno in stile “Monkeefist” e le cover motore. 

Impressionante il lavoro sull'impianto frenante, completamente rivisto in chiave Beringer, con freni a disco Hypersport, pinze Beringer avanti e dietro, pompa dei cilindri e della frizione della stessa marca. Tocco finale, i tubi dei freni in maglia d'acciaio verniciata in nero. 

Le pedane LSL in alluminio verniciato in nero sono state personalizzate per offrire una posizione di guida più aggressiva, anche grazie all'ammortizzatore Öhlins STX 36. I cerchi sono quelli di serie XJR, ma calzano pneumatici Michelin Pilot Road 4s per una tenuta di strada superiore.

L'ammortizzatore di setrzo LSL Titan tiene tutto sotto controllo e il supporto per le luci posteriori a LED è firmato Wrenchmonkees ed è collocato sopra allo scarico custom 4 in 2 con marmitte in acciaio Wrenchmonkees/ Spark. 

L'effetto finale è sublime, anche grazie alla verniciatura nero lucido con logo Skullmonkee sul serbatoio, impreziosita da accenti color oro, un tributo all'altezza del ventesimo anniversario di una moto leggendaria.

Chi possiede una XJR può ordinare il kit Skullmonkee direttamente sul sito web Wrenchmonkees e aggiungere così un tocco di genio danese alla propria guida. 

www.wrenchmonkees.com