Stai per uscire dal sito Web. Sei sicuro?

Accetto, portami lì

Gli spagnoli Matt Black Custom, con sede a San Pedro, hanno reso omaggio con Yard Built XV950 “Playa del Rey” alle moto che gareggiavano nei “Board Track” agli inizi del secolo scorso.

Le parti bolt-on in billet sono i cerchi da 21 pollici, la puleggia posteriore con sistema cush drive, il coperchio in plexiglass per le punterie, il carter motore a sinistra e il copribatteria a destra. Il piccolo carter a sinistra e la cover per la puleggia anteriore sono ricavati dal pieno ed è stata realizzato anche un adattatore, per montare un filtro dell’aria Crime Scene Choppers. 

Ci sono anche alcuni componenti creati su misura. Tra queste il serbatoio realizzato a mano, i coperchi per impianto elettrico e batteria e il parafango posteriore. 

I collettori di serie confluiscono in un condotto realizzato su misura, e in un silenziatore MIVV Ghibli modificato. La scatola della batteria è all’interno e anche il manubrio è stato modificato, per ottenere un autentico look “Board Tracker”.La personalizzazione continua con gli adattatori per le pedane, il paracorona e l’impianto elettrico modificato. 

“Playa del Rey” è completata da accessori after- market, come la forcella springer di Rebuffini e gli ammortizzatori Ohlins. Il tappo del carburante è di Crafty B e la cover del motore è stata incisa da un artista locale. Il faro anteriore e le manopole Vitys aggiungono un tocco di grinta in più, e si aggiungono ai mini comandi e agli astucci interruttori Rebuffini . Le frecce Bullet e le pedane Rizoma, con il tachimetro Motogadget, rubano la scena. La potenza dei freni aumenta con le pinze PM, e il set di riser LA Choppers esalta le sensazioni West Coast. 

Matt Black Customs permette di aggiungere alla propria moto un tocco di stile “Board Tracker”, con i componenti bolt-on sul sito web. I biker svilupperanno una gamma ancora più ricca, per un numero di opzioni che sembra destinato a crescere all’infinito. 

Se vuoi modificare la tua XV in “Board Tracker”, clicca il link e dai un occhio di persona: www.mattblack.eu