Usiamo i cookie per comprendere come il nostro sito viene utilizzato e per poter così intervenire miglioradolo e migliorando i nostri prodotti, servizi e attività di marketing.

Continuando la navigazione senza apportare modifiche alle vostre impostazioni, confermate di voler accettare tutti i cookie impiegati dal nostro sito. Tuttavia, potrete modificare in qualsiasi momento le vostre impostazioni. Per ulteriori informazioni relative ai cookie del nostro sito e al loro utilizzo vi invitiamo a leggere "la sezione dedicata alla gestione dei cookie".

 

Faster Sons vede la luce a Wheels & Waves 2015!

Condividi

La pioggia ha imperversato più dell’anno scorso, ma questo non ha impedito a Yamaha di presentarsi in forma smagliante all’evento Wheels & Waves di Biarritz.
I partecipanti sono triplicati rispetto all’ultimo appuntamento, e diversi migliaia di fan delle custom bike e del surf hanno sfidato la pioggia, aspettando il sole per vivere al massimo un raduno mitico.

Yamaha non ha tradito le attese, e ha portato una squadra nutrita di Yard Built, tra le quali “D-Side” il sidecar di Deus XV950 fatto apposta per l’estate, e XJR1300 “Botafogo N” di Numbnut, ispirata al mondo delle competizioni. Le nuove Yard Built hanno preso posto accanto alle meraviglie meccaniche di itroCkS!bikes XJR1300 “Dissident” e SR400 “Zen”, alla creatura di Matt Black Custom Design XBV950 “Playa del Rey” e ad altre moto incredibili

Senza alcun dubbio la star della manifestazione è stato il leggendario bike maker giapponese Shinya Kimura, che ha compiuto uno dei suoi rarissimi pellegrinaggi in Europa per collaborare con Yamaha, e portare alla luce la filosofia “Fasters Sons” durante l’evento di Biarritz. In linea con la filosofia costruttiva Yamaha del prossimo futuro, ispirata ai miti del passato ma realizzata con le tecnologie più avanzate, Kimura ha sviluppato “Faster Sons”, una concept bike mozzafiato. Il segreto è la combinazione tra il più evoluto bicilindrico Yamaha, divertimento allo stato puro, e alcuni tocchi custom personali che rendono omaggio al mondo vintage. Il risultato è una perfetta armonia tra vecchio e nuovo, un “Faster Son” nel vero senso della parola. Kimura ha dimostrato che il suo modello è fatto per essere guidato, salendo fino al PunK Peak e correndo il quarto di miglio sui tornanti di montagna.

“L’anno scorso Wheels & Waves è stata un’ottima occasione per mettere in mostra le nostre Yard Built, ma quest’anno abbiamo alzato l’asticella”, commenta Shun Miyazawa, Product Manager di Yamaha Europe. “Abbiamo presentato una serie di nuove Yard Built per ispirare i nostri fan, e mostrare a cosa si può arrivare con la personalizzazione di una moto Yamaha. Questo è un anno davvero speciale per noi perché abbiamo incontrato un’icona del mondo custom, Shinya Kimura. Abbiamo collaborato con lui per confermare la nostra filosofia sulla progettazione di moto, e siamo entusiasti perché la sua interpretazione è in linea con la nostra. Il suo concept “Faster Sons” ha avuto un’accoglienza molto favorevole, e ha dimostrato che la via verso il futuro è già tracciata: costruire moto con le tecnologie più innovative, non dimenticando la lezione del passato”.