Usiamo i cookie per comprendere come il nostro sito viene utilizzato e per poter così intervenire miglioradolo e migliorando i nostri prodotti, servizi e attività di marketing.

Continuando la navigazione senza apportare modifiche alle vostre impostazioni, confermate di voler accettare tutti i cookie impiegati dal nostro sito. Tuttavia, potrete modificare in qualsiasi momento le vostre impostazioni. Per ulteriori informazioni relative ai cookie del nostro sito e al loro utilizzo vi invitiamo a leggere "la sezione dedicata alla gestione dei cookie".

 

La competizione migliora la specie

Si dice che la competizione migliori la specie, ed è vero, ma uscirne vincenti lo fa ancora meglio! E Yamaha, con YZF-R6, ha fatto incetta di vittorie nel Mondiale Supersport fin dall’esordio. Oggi arriva l’ultima e più aggiornata R6, una moto che tantissimi piloti di livello mondiale hanno sviluppato fino a raggiungere la perfezione nella guida in circuito. I loro consigli ci hanno permesso di plasmare una formidabile “media“ supersportiva, più asciutta e più “cattiva”. La nuova forcella a steli rovesciati, le pinze freno ad attacco radiale e il motore capace di potenze ed allunghi ancora superiori, ti permettono di essere vincente in pista e sicurissimo su strada.

La R6 è già famosa per le sue prestazioni eccezionali in circuito e su strada, ma il modello 2005 è davvero un’altra cosa: una lama di rasoio. Il superdotato propulsore a quattro cilindri raggiunge nuove vette di potenza massima agli alti regimi, grazie ai nuovi corpi farfallati maggiorati a 40 mm. Inoltre, grazie alla nuova mappatura della centralina elettronica, la curva di potenza è più progressiva, e la risposta all’apertura è più pronta e precisa.

Il record di vittorie della R6 nel Mondiale Supersport è dovuto anche alla sua straordinaria maneggevolezza. Un primato che migliora ancora, grazie alla nuova forcella a steli rovesciati, regolabile nel precarico molla, in compressione ed estensione, che migliora ulteriormente sterzata, stabilità e precisione in curva. La nuova R6 monta anche uno pneumatico anteriore con spalla più alta, per aumentare la sensibilità e la precisione dell’avantreno.

Grazie all’esperienza in pista delle nostre squadre corsa, la nuova R6 monta pinze anteriori monoblocco ad attacco radiale a quattro pistoncini, azionate da una leva con pompa radiale, per avere la massima sensibilità nelle staccate più violente. I dischi anteriori sono di diametro maggiorato per aumentare la potenza frenante, ma sono anche più leggeri, per ridurre le masse non sospese ed esaltare l’efficienza della forcella a tutte le velocità.

Sotto qualsiasi punto di vista, non c’è dubbio che la nuova R6 sia una supersportiva radicalmente nuova. Basta guidarla per sentire da subito che il suo motore e la sua ciclistica sono stati sviluppati attraverso anni di successi nel super competitivo Mondiale Supersport. E basta un’occhiata per avere la stessa sensazione: le sue linee superbe ne riflettono il carattere aggressivo e senza compromessi.