Usiamo i cookie per comprendere come il nostro sito viene utilizzato e per poter così intervenire miglioradolo e migliorando i nostri prodotti, servizi e attività di marketing.

Continuando la navigazione senza apportare modifiche alle vostre impostazioni, confermate di voler accettare tutti i cookie impiegati dal nostro sito. Tuttavia, potrete modificare in qualsiasi momento le vostre impostazioni. Per ulteriori informazioni relative ai cookie del nostro sito e al loro utilizzo vi invitiamo a leggere "la sezione dedicata alla gestione dei cookie".

 

NUOVISSIMA FZ1 FAZER

Condividi
Tecnologia da Supersportiva, versatilità da sportiva.
Lanciata all'Intermot nell'autunno 2000, la prima FZS1000 Fazer, più comunemente conosciuta nel come Fazer 1000, è un modello con prestazioni elevate e adatto a ogni percorso, ed è considerato tra i più entusiasmanti da guidare. Le prestazioni del motore potente e versatile, l'eccellente comfort di pilota e passeggero, la capacità di affrontare con naturalezza una vasta gamma di situazioni hanno costruito la solida fama della Fazer da 1000 cc.

Dal momento del suo debutto sono cambiate parecchie cose, sia nel campo della progettazione, sia nei confronti delle richieste e delle aspettative dei piloti delle supersportive di oggi. Per soddisfare le domande di un mercato in continua evoluzione, Yamaha ha elevato il concetto di moto sportiva a un livello mai raggiunto prima, con il lancio della nuovissima FZ1 Fazer carenata.

Sviluppata impiegando per il motore e per la ciclistica le tecnologie più avanzate, in gran parte derivate dall'ultima R1, è una moto dallo stile aggressivo e con specifiche tecniche di primo piano, costruita per erogare le prestazioni più entusiasmanti mai sperimentate nella classe delle sportive stradali.

Oltre ad offrire un'esperienza di guida davvero divertente, questo nuovo modello si comporta bene su ogni percorso, dimostrando una notevole versatilità. Grazie al motore dalla grande coppia sviluppato specificamente e al telaio in alluminio alleggerito, Fazer FZ1 carenata può affrontare qualsiasi situazione, dai percorsi misti al traffico urbano, fino agli itinerari turistici.

Novita 2006 FZ1

NUOVISSIMA FZ1
Yamaha, contemporaneamente al lancio di FZ1 Fazer, presenta anche la gemella "nuda" FZ1. Equipaggiata con un motore derivato da R1 e un telaio in alluminio, è un modello muscoloso e sportivo, costruito per offrire prestazioni superbe ai medi regimi, insieme a una grande flessibilità nell'uso quotidiano. Design estremo e dimensioni compatte ne fanno una roadster di classe, con una personalità inedita nella categoria delle "naked".

Risposta immediata e divertimento senza confronti ai medi regimi
I progettisti Yamaha avevano l'intenzione di creare due moto con prestazioni elevate, che dovevano offrire un'esperienza di guida davvero sorprendente ed emozionante, anche alle andature più frequenti nell'uso quotidiano. Per raggiungere questo obiettivo il motore di R1 è stato sottoposto a una nuova messa a punto, allo scopo di sviluppare una coppia poderosa ai medi regimi, con una risposta immediata e prestazioni elettrizzanti in tutto l'arco di erogazione.

Allo stesso tempo, è stato modificato anche il cambio di R1. La 5ª e la 6ª marcia hanno rapporti rivisti, per ottimizzare l'eccezionale spinta ai medi regimi di queste due moto, tra le più muscolose nel panorama attuale.

Oltre al motore e al cambio sviluppati specificamente per questi modelli, Yamaha ha progettato un telaio in alluminio completamente nuovo, e creato un design aggressivo e ricco di carattere.

Novita 2006 FZ1

Pensate per un pubblico vasto
Yamaha, contemporaneamente al lancio di FZ1 Fazer, Le nuove FZ1 e FZ1 Fazer sono progettate per essere apprezzate da piloti di diversa provenienza. Non solo gli attuali possessori di Fazer 1000, ma anche chi finora ha guidato altre naked di grande cilindrata o stradali sportive carenate.

Grazie alla combinazione tra il motore derivato da R1, il leggero e avanzato telaio in fusione d'alluminio e l'eccezionale versatilità nell'uso quotidiano, la nuova FZ1 offre prestazioni da prima della classe, ed è avviata a diventare il punto di riferimento nel segmento delle naked sportive di grande cilindrata. Per i piloti che cercano una moto sportiva dalle prestazioni elevate, ma che sia anche confortevole nei viaggi più lunghi, FZ1 Fazer è semplicemente perfetta.

Un altro pubblico delle nuove FZ1 e FZ1 Fazer sono i piloti di supersportive che stanno riscoprendo la versatilità e il divertimento offerti dagli attuali modelli sportivi. Con l'accelerazione degna di una R1, la straordinaria guidabilità e la spinta impressionante ai medi regimi, queste nuove sportive da un litro sono progettate per attirare i piloti consapevoli che entusiasmo, passione ed emozioni si possono sperimentare anche a velocità "normali".

MOTORE

Versione con messa a punto speciale del leggendario motore R1
FZ1 e FZ1 Fazer sono spinte da una versione speciale, appositamente messa a punto, del leggendario propulsore di R1. Il 4 cilindri in linea da 998 cc si è già imposto all'attenzione generale per le prestazioni impressionanti nella categoria delle supersportive da un litro, su strada e in pista.

La nuda FZ1 e la carenata FZ1 Fazer sono pensate per i piloti che vogliono una moto versatile con prestazioni di vertice. Per centrare entrambi gli obiettivi, il mitico propulsore di R1 è stato scelto come punto di partenza ideale per lo sviluppo. L'esuberante motore a corsa corta da 998 cc con iniezione elettronica ha già conquistato una solida fama tra i piloti di supersportive, per le prestazioni di riferimento e per la coppia corposa a tutti i regimi di giri. Il team di progetto, di comune accordo, ha pensato quindi che fosse la base di sviluppo ideale per il motore dei due nuovi modelli.

L'utilizzo tipico di FZ1 e FZ1 Fazer è molto diverso rispetto a quello di R1, e per questo motivo il team di sviluppo ha introdotto un numero significativo di modifiche al motore. C'è una cosa che non cambia: il divertimento assoluto offerto da una guida sempre entusiasmante.

L'architettura di base del motore di FZ1 e FZ1 Fazer rimane sostanzialmente invariata rispetto a quella di R1: quattro cilindri in linea, 998 cc, DOHC, 5 valvole, iniezione elettronica, alesaggio e corsa 77 x 53,6 mm. Carter motore, pistoni, cilindri e teste sono identici ed esprimono chiaramente il carattere che il nuovo motore ha ereditato dalla Serie R.

Nessun dubbio per gli appassionati: la tecnologia avanzata che ha trasformato R1 in un successo oltre ogni aspettativa è di serie anche sui due nuovi modelli Yamaha. Alcune caratteristiche provengono direttamente da R1: pistoni forgiati, disegno dei cilindri rigidissimo di tipo "closed-deck", cilindri senza camicia con riporto diretto per un eccellente smaltimento del calore, bielle ottenute per frattura (Fracture Split).

Anche se il nuovo motore ha tutti i vantaggi derivati dai cromosomi R1, le sue caratteristiche tecniche innovative sono diverse in alcune aree cruciali. Per costruire un propulsore con prestazioni elevate e una spinta ancora più forte ai medi regimi, sono state introdotte numerose modifiche.

Novita_2006_FZ1-N_EUR_DET_02

La nuda FZ1 e la carenata FZ1 Fazer sono pensate per i piloti che vogliono una moto versatile con prestazioni di vertice. Per centrare entrambi gli obiettivi, il mitico propulsore di R1 è stato scelto come punto di partenza ideale per lo sviluppo. L'esuberante motore a corsa corta da 998 cc con iniezione elettronica ha già conquistato una solida fama tra i piloti di supersportive, per le prestazioni di riferimento e per la coppia corposa a tutti i regimi di giri. Il team di progetto, di comune accordo, ha pensato quindi che fosse la base di sviluppo ideale per il motore dei due nuovi modelli.

L'utilizzo tipico di FZ1 e FZ1 Fazer è molto diverso rispetto a quello di R1, e per questo motivo il team di sviluppo ha introdotto un numero significativo di modifiche al motore. C'è una cosa che non cambia: il divertimento assoluto offerto da una guida sempre entusiasmante.

L'architettura di base del motore di FZ1 e FZ1 Fazer rimane sostanzialmente invariata rispetto a quella di R1: quattro cilindri in linea, 998 cc, DOHC, 5 valvole, iniezione elettronica, alesaggio e corsa 77 x 53,6 mm. Carter motore, pistoni, cilindri e teste sono identici ed esprimono chiaramente il carattere che il nuovo motore ha ereditato dalla Serie R.

Nessun dubbio per gli appassionati: la tecnologia avanzata che ha trasformato R1 in un successo oltre ogni aspettativa è di serie anche sui due nuovi modelli Yamaha. Alcune caratteristiche provengono direttamente da R1: pistoni forgiati, disegno dei cilindri rigidissimo di tipo "closed-deck", cilindri senza camicia con riporto diretto per un eccellente smaltimento del calore, bielle ottenute per frattura (Fracture Split).

Anche se il nuovo motore ha tutti i vantaggi derivati dai cromosomi R1, le sue caratteristiche tecniche innovative sono diverse in alcune aree cruciali. Per costruire un propulsore con prestazioni elevate e una spinta ancora più forte ai medi regimi, sono state introdotte numerose modifiche.

Massa inerziale dell'albero motore aumentata per una coppia superiore ai medi regimi
L'incremento della massa inerziale contribuisce a incrementare l'erogazione di coppia ai medi regimi del leggendario propulsore da 998 cc, con un'accelerazione bruciante e una risposta istantanea a tutti i regimi di rotazione.

Questo è uno dei fattori più importanti nella realizzazione di un motore che offre prestazioni straordinarie su tutti i percorsi, con un carattere esuberante e una guida sempre emozionante.

Più spinta motrice sulla ruota posteriore
La spinta della ruota posteriore influenza direttamente il carattere e le prestazioni di ogni moto. La valutazione di questo aspetto della personalità della moto è stato spesso lasciato all'interpretazione soggettiva dei collaudatori. Oggi invece è possibile calcolare con grande precisione il valore relativo alla trazione della ruota posteriore, usando una formula che quantifica la relazione tra la coppia trasmessa sul pignone, il rapporto di riduzione della marcia inserita e il diametro dello pneumatico posteriore.

Come abbiamo detto in precedenza, uno degli obiettivi principali dei progettisti era quello di creare un motore che avrebbe offerto prestazioni superbe ai medi regimi. In altre parole, Yamaha voleva costruire un motore entusiasmante, versatile e facile da gestire nella guida di tutti i giorni.

Il traguardo è stato raggiunto concentrando gli sforzi per ottenere la migliore spinta della ruota posteriore nel "range" di velocità desiderato. I fattori che hanno influenzato positivamente il carattere del motore sono il grande incremento della massa inerziale del manovellismo, la valvola EXUP di nuova generazione, i rapporti di riduzione rivisti (rispetto a R1) della 5ª e 6ª marcia; il rapporto di compressione inferiore (11,5:1) e l'adozione di uno pneumatico posteriore 190/50ZR17 con un diametro esterno di 622 mm.

Tutte queste caratteristiche nel loro insieme hanno contribuito a incrementare la spinta della ruota posteriore nei medi regimi. Per chi guida i nuovi modelli, questo significa un'accelerazione davvero mozzafiato, nell'arco di erogazione che normalmente si sfrutta quando si guida in città e dintorni. In autostrada invece l'aumento della spinta si trasforma in un allungo semplicemente stratosferico.

Iniezione elettronica con valvola secondaria
Un'altra delle innovazioni più importanti è l'adozione dell'iniezione elettronica, che sostituisce i carburatori BSR37 impiegati su FZS1000 del 2005. L'iniettore a due vie ha quattro fori, e l'ugello allungato assicura l'efficienza dell'iniezione a tutti i regimi di giri.

Questo sistema avanzato adotta lo stesso schema dell'aspirazione di R1 in cui ogni corpo farfallato dispone di una valvola secondaria azionata da una centralina che la regola momento per momento, in relazione al regime di rotazione e all'apertura del gas.

Ottimizzando la velocità dell'aspirazione d'aria, il sofisticato sistema di iniezione elettronica contribuisce ad ottenere la massima efficienza volumetrica, offrendo una guidabilità straordinaria, specialmente ai bassi e medi regimi.

Novita 2006 FZ1

Collettori di scarico senza camera di espansione e silenziatore corto con catalizzatore a tre vie
Un'altra caratteristica importante, sviluppata per ottenere prestazioni superiori nella zona centrale dell'arco di erogazione, è lo scarico in acciaio senza camera di espansione 4 in 2 in 1 con silenziatore corto.

La lunghezza e il diametro dei nuovi collettori sono stati scelti per esaltare la versatilità del nuovo motore, mentre il silenziatore ultracorto ha pareti interne esagonali che ne aumentano l'efficienza e incorpora un catalizzatore a 3 vie con sonda lambda (sensore d'ossigeno). Il sensore monitorizza costantemente la concentrazione di ossigeno nello scarico, e trasmette i dati al sistema di aspirazione, che regola di conseguenza l'afflusso di carburante. Il sistema garantisce prestazioni elevate e costanti a tutti i regimi e in ogni condizione, e consente a entrambi i modelli di superare i limiti richiesti dalle normative Euro 3.

Oltre a questi vantaggi tecnici, il silenziatore corto contribuisce a rendere più compatto il profilo delle moto, enfatizzando la concentrazione delle masse.

Compatto sistema EXUP
EXUP (Exhaust Ultimate Powervalve) è il sistema più avanzato per la gestione dei flussi dei gas di scarico, ed è impiegato con successo da diversi anni su numerosi modelli Yamaha da strada e da pista.

Controllando il flusso dei gas per mezzo di una valvola, il sistema Yamaha EXUP previene il "blow back" (riflusso dei gas) causato dalla pressione all'interno dello scarico nel periodo di sovrapposizione delle valvole di aspirazione e di scarico. Il sistema EXUP di FZ1 e FZ1 Fazer è un'ulteriore evoluzione del compatto sistema montato su R1, con la valvola in acciaio collocata proprio oltre al punto in cui i quattro collettori si fondono in uno.

Incrementando la coppia ai bassi e medi regimi, la valvola EXUP contribuisce a rendere i due modelli ancora più divertenti da guidare alle medie velocità, che sono le più frequenti nell'uso quotidiano e su diverse tipologie di percorso.

Rapporti del cambio ottimizzati
A completamento delle modifiche pensate per migliorare le caratteristiche di erogazione di potenza del motore da 998 cc derivato da R1, i rapporti della 5ª e 6ª marcia sono stati rivisti, per ottimizzare la spinta della ruota posteriore alle velocità più frequenti.

Rapporto di compressione inferiore, profili degli alberi a camme rivisti
Un'altra differenza significativa tra il motore di R1 e quello di FZ1 e FZ1 Fazer è il rapporto di compressione inferiore, ridotto da 12,4:1 a 11,5:1 modificando lo spessore della guarnizione del cilindro.

Contemporaneamente, i tecnici Yamaha hanno sviluppato nuovi alberi a camme con profili rivisti, sempre per incrementare le prestazioni ai bassi e medi regimi: insieme con tutte le altre caratteristiche specifiche, contribuiscono a offrire una superba versatilità e un'esperienza di guida veramente emozionante.

Nuovo radiatore curvo con due ventole
Per mantenere elevate le prestazioni del motore in ogni condizione, FZ1 e FZ1 Fazer dispongono di un radiatore curvo di grande capacità. Dotato di due ventole, il radiatore è molto efficiente e smaltisce efficacemente il calore in ogni situazione.

150 CV a 11.000 g/min
Il numero di modifiche tecniche apportate ai nuovi modelli ha contribuito a creare un motore nato per dominare nella classe delle moto sportive. Con i loro 150 CV a 11.000 g/min, abbinati all'elevatissima spinta della ruota posteriore, FZ1 e FZ1 Fazer sono progettate per offrire ai piloti un divertimento da supersportive, con la versatilità di moto guidabili ogni giorno, su tutti i percorsi.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI
  • 4 cilindri in linea, 998 cc, derivato da R1, 4 tempi, DOHC, raffreddato a liquido
  • Erogazione di coppia superiore
  • Spinta della ruota posteriore superiore
  • 150 CV a 11.000 g/min
  • Alesaggio e corsa come R1: 77 x 53,6 mm
  • Rapporto di compressione 11,5:1
  • Blocco cilindri di tipo “closed deck”
  • Pistoni forgiati
  • Cilindri senza camicia con riporto diretto
  • Bielle ottenute per frattura (Fracture Split)
  • Iniezione elettronica tipo R1, corpi farfallati con valvola secondaria
  • Nuovi rapporti per 5ª e 6ª marcia
  • Profili alberi a camme modificati
  • Catalizzatore a 3 vie con sonda lambda
  • Radiatore curvo con due ventole
  • Scarico senza camera di espansione 4 in 2 in 1 con silenziatore ultracorto
  • Compatto sistema EXUP


CICLISTICA

Nuovissimo telaio in fusione d'alluminio
Il telaio in fusione d'alluminio di FZ1 e FZ1 Fazer è completamente nuovo, ed è stato disegnato per essere il complemento ideale del motore da 998 cc derivato da R1 e rimesso a punto per i due nuovi modelli.

Il nuovo telaio, molto compatto rispetto all'FZS1000 2005, ed è stato realizzato utilizzando un sistema di fusione Yamaha che permette ai progettisti di ottenere un bilanciamento della rigidità ottimale, con eccellenti caratteristiche di guida. Il risultato è stato ottenuto variando lo spessore dell'alluminio, per avere il livello desiderato di rigidità in ogni zona del telaio.

Per fare un esempio, intorno al cannotto di sterzo e al perno del forcellone la rigidità è massima, mentre in altri punti strategici è stato volutamente introdotto un certo grado di "flessibilità bilanciata", per "copiare" più fedelmente i diversi percorsi affrontati. In questo modo, è stato possibile creare un telaio più leggero, di nuovissima concezione, che offre il miglior bilanciamento tra rigidità verticale, torsionale e laterale.

Di nuovo disegno anche lo snello telaietto in alluminio che su entrambi i modelli incorpora i supporti per le pedane del passeggero, riducendo ulteriormente i pesi e mantenendo anche la linea slanciata del codino.

Forcellone lungo in alluminio pressofuso a riempimento controllato
Un altro componente, sviluppato in origine per YZF-R1, è il forcellone extralungo in alluminio con capriata di rinforzo. Più rigido della versione precedente, con la misura di 629 mm è anche di 50 mm più lungo. Il nuovo forcellone è stato realizzato con l'impiego dell'esclusiva tecnologia Yamaha di pressofusione a riempimento controllato, che ci ha permesso di creare componenti in alluminio particolarmente leggeri e resistenti.

Il nuovo forcellone contrasta gli effetti negativi del tiro catena sulla trazione, migliora la maneggevolezza e incrementa l'efficacia dell'azione della sospensione posteriore.

Geometria del telaio ottimizzata
Il team di progetto aveva come obiettivo primario la realizzazione di una moto sportiva con prestazioni elevate e una guidabilità eccezionale. Con questo traguardo in mente, ha definito con estrema attenzione la geometria del telaio di FZ1 e FZ1 Fazer per ottenere la maneggevolezza desiderata. Inoltre, entrambi i modelli sono stati progettati per offrire una sensibilità di guida straordinaria e per far divertire in tutte le situazioni, dagli slalom nel traffico urbano alle curve e ai tornanti dei percorsi misti.

Il fattore chiave che garantisce a FZ1 e FZ1 Fazer una maneggevolezza da primato è la distribuzione dei pesi, con il 51% sull'anteriore. Questa soluzione, combinata con l'interasse compatto di 1.460 mm, l'inclinazione del cannotto di sterzo di 25 gradi, l'avanzamento della piastra di sterzo di 25 mm e l'avancorsa di 108 mm, assicura una guida di tipo sportivo, agile e reattiva.

Posizione di guida avanzata
Un altro elemento importante per determinare la guidabilità di una moto è la posizione di guida. Su entrambi i modelli si è cercata una posizione di guida che migliorasse la maneggevolezza, e offrisse allo stesso tempo un comfort superbo.

Il nuovo serbatoio è più corto rispetto a quello di FZS1000 e, grazie anche alla sella più lunga, permette al pilota di sedersi più in avanti. Il manubrio inoltre è più basso e più vicino al pilota, mentre le pedane sono più alte e più arretrate rispetto alla versione 2005.

La posizione di guida, molto più sportiva, contribuisce alle doti di agilità e maneggevolezza della moto e, visto che il pilota è più vicino alla ruota anteriore, esalta la sensazione di controllo.

In più, la combinazione tra il nuovo telaio in alluminio, più snello, e la posizione di guida avanzata consente un'eccellente presa alle ginocchia, per un'ergonomia superiore e un'esperienza di guida più coinvolgente ed emozionante.

Novita_2006_FZ1-N_EUR_DET_05

Forcella a steli rovesciati da 43 mm con funzioni di ammortizzazione separate
La nuova forcella ha massicci steli rovesciati da 43 mm, lo stesso diametro di quelli della forcella di YZF-R1, che offrono eccellenti caratteristiche e un'azione progressiva lungo tutta l'escursione di 130 mm.

Una delle particolarità della nuova forcella è il fatto che le funzioni di regolazione dell'idraulica sono separate. Nello stelo di sinistra si regola la compressione, in quello di destra l'estensione. Separando in questo modo i setting di compressione ed estensione, le valvole in ogni stelo devono regolare il flusso di olio solo in una direzione, semplificando le tarature.

È un sistema usato in passato con successo anche su YZR-M1, ed è un altro esempio di come la sofisticata tecnologia delle competizioni viene trasmessa alle moto Yamaha di serie.

Due dischi anteriori da 320 mm
Il nuovo impianto frenante riflette il potenziale di FZ1 e FZ1 Fazer. Le due moto hanno prestazioni tali da richiedere freni con specifiche estreme. I due dischi anteriori da 320 mm, come su R1, sono azionati da pinze a 4 pistoncini. Le pinze MOS X 64 sono straordinariamente resistenti alla deformazione durante la frenata, e di conseguenza questo innovativo impianto frenante garantisce frenate potenti nel pieno controllo della moto.

Sulla ruota posteriore agisce un disco alleggerito da 245 mm, con una pinza flottante a singolo pistoncino che assicura un'azione progressiva e una grande sensibilità.

Cerchi in lega a 5 razze stile R1
La tecnologia da supersportiva è evidente nei cerchi a 5 razze in lega leggera, che hanno le stesse caratteristiche di quelli di R1. Di progettazione avanzata, hanno aree con spessori di metallo diversi, per ottenere la massima resistenza con il minimo del peso.

La ruota anteriore calza uno pneumatico 120/70-ZR17, la ruota posteriore uno da 190/50-ZR17 che gioca un ruolo fondamentale nell'assicurare la straordinaria trazione della moto.

Nuova strumentazione a luminosità regolabile
La nuova e compatta strumentazione multifunzione comprende un tachimetro digitale collocato a sinistra e un contagiri analogico a destra. Quando si accende la moto, il pannello si retroillumina gradualmente, diventando più luminoso dopo pochi secondi. Come su R1, è presente un regolatore di luminosità.

Altra novità del 2006 è la leggera batteria, mentre l'antifurto immobilizer è di serie.

Novita 2006 FZ1

Design "muscoloso"
Ogni aspetto di FZ1 e FZ1 Fazer è stato pensato per creare l'impressione di masse compatte, concentrate e muscolose, che guidano l'occhio verso il motore, vero punto focale delle moto. Il nuovo telaio in alluminio sembra afferrare il motore e si ha la sensazione che, ovunque si posi lo sguardo, si trovino componenti funzionali e ricchi di personalità.

Il carattere muscoloso e sportivo è particolarmente accentuato su FZ1, perché il fatto di essere una naked evidenzia le dimensioni compatte del motore, del telaio e del design complessivo, ed enfatizza l'immagine potente e aggressiva della moto.

La centralizzazione delle masse su queste due moto sportive dalle specifiche di vertice è ulteriormente esaltata dalla posizione di guida avanzata e dal serbatoio corto. Ogni elemento, dal silenziatore ultracorto alla strumentazione compatta e al codino slanciato, esprime un'idea di potenza concentrata.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI
  • Nuovissimo telaio in alluminio, 52% più leggero della versione 2005
  • Motore “appeso” al telaio
  • Forcellone lungo in alluminio pressofuso (tecnologia a riempimento controllato)
  • Distribuzione dei pesi: 51% anteriore, 49% posteriore
  • Serbatoio più corto, da 18 litri
  • Posizione di guida avanzata
  • Elegante carenatura aerodinamica (FZ1 Fazer)
  • Interasse 1.460 mm
  • Inclinazione cannotto di sterzo 25 gradi
  • Avancorsa 108 mm
  • Avanzamento piastra di sterzo 25 mm
  • Forcella con steli rovesciati da 43 mm, con regolazioni idrauliche separate
  • Due dischi anteriori da 320 mm
  • Disco posteriore da 245 mm
  • Cerchi a 5 razze stile R1
  • Doppio faro (FZ1 Fazer)
  • Monofaro singolo dal nuovo disegno (FZ1)
  • Nuovo fanale posteriore
  • Pneumatico posteriore 190/50-ZR17, pneumatico anteriore 120/70-ZR17
  • Compatta strumentazione digitale/analogica
  • Design compatto e concentrato, muscoloso


Novita 2006 FZ1

FZ1 e FZ1 Fazer
Dotate di motore e ciclistica realizzati con la tecnologia più avanzata, in gran parte ereditata da R1 di ultima generazione, le nuove FZ1 e FZ1 Fazer rappresentano una nuova direzione, innovativa e stimolante, nel settore delle moto sportive di grande cilindrata. Sono moto dalle prestazioni e dalle specifiche tecniche elevate, ma sono anche estremamente versatili, e sono progettate per offrire divertimento, piacere ed emozioni ai massimi livelli. E con il loro stile compatto e muscoloso, la nuda FZ1 e la carenata FZ1 Fazer saranno più che mai al centro dell'attenzione nella categoria delle sportive da un litro. Nel 2006 e oltre.

FZ1 Fazer 2006 SCHEDA TECNICA


MOTORE
Tipo4 cilindri in linea inclinati in avanti, 4 tempi raffreddato a liquido, D0HC
Cilindrata998 cc
Alesaggio x corsa77,0 x 53,6 mm
Rapporto di compressione11,5:1
Potenza massima110,3 kW (150 HP) a 11.000 g/min.
Coppia massima106,0 Nm (10,8 kg-m) a 8.000 g/min.
LubrificazioneCarter umido
CarbutatoreIniezione elettronica
FrizioneIn bagno d'olio, a dischi multipli
AccensioneTCI (digitale)
AvviamentoElettrico
Cambio6 marce, sempre in presa
TrasmissioneCatena


CICLISTICA
TelaioA diamante, in alluminio pressofuso
Sospensione anterioreForcella telescopica upside down
Escursione anteriore130 mm
Sospensione posterioreForcellone oscillante (leveraggi progressivi)
Escursione posteriore130 mm
Inclinazione canotto di sterzo25°
Avancorsa109 mm
Freno anterioreDoppio disco, 320 mm
Freno posterioreDisco 245 mm
Pneumatico anteriore120/70 ZR17 M/C (58W)
Pneumatico posteriore190/50 ZR17 M/C (73W)


DIMENSIONI
Lunghezza2.140 mm
Larghezza770 mm
Altezza1.205 mm
Altezza sella815 mm
Interasse1.460 mm
Distanza minima dal suolo135 mm
Peso a secco204 kg
Capacità serbatoio carburante (e riserva)18 litri (3,4 litri)
Capacità olio3,8 litri